Benvenuto visitatore!

Naviga nelle acque della Storia e scopri il nostro passato!

Recensioni clienti del passato


Queste cosiddette "recensioni" sono state interamente ricopiate dal famoso Libro d'Oro, testimonianze dirette dei tempi andati. Visionabili su richiesta.

Ala di Stura addì 4 luglio 1912
Reduce da un viaggio fatto nella scorsa settimana a S. Moritz e a Zurigo coll'Unione escursionisti di Torino sento il dovere di dichiarare che il Grand Hotel d'Ala può stare a confronto dei migliori alberghi svizzeri tanto per l'eleganza e comodità moderna, quanto per l'ubicazione e l'igiene. Da oltre quarant'anni residente in Lanzo tanto come medico dell'ospedale Mauriziano quanto come esercente in queste Valli quando non vi erano nè strade nè alberghi, sono contento che si sia riconosciuta questa località per una delle migliori stazioni climatiche d'Italia, e faccio voto che gli italiani invece di andare all'estero vengano a respirare le aure pure e balsamiche di queste stupende Valli.
Dottor Giuseppe Vinardi

17 agosto 1912
Ala di Stura è uno dei migliori siti di villeggiatura che io conosca tanto per la bellezza della natura, quanto per il suo clima privilegiato. Il soggiorno al Grand Hotel specialmente mi invita a ritornare in queste Valli deliziose, per il suo comfort completamente moderno e per le premure gentili e cortesi della direzione. Valeria Maggiotto

L'ottimo clima e il migliore fra gli alberghi fanno di Ala un soggiorno alpino agreabilissimo. Al simpatico Grand Hotel l'augurio del più lieto avvenire; ai conoscenti ed amici il consiglio di portarvi il loro efficace contributo
1° settembre 1912 On. Bersanino

Ala 2 settembre 1912
Dalle nevose Alpi portiam con noi alle cocenti Piramidi graditissimo ricordo del mese passato ad Ala di Stura. Le aure vivificatrici della Valle, il comfort del Grand Hotel, la gentilezza dei Dirigenti di questo, formano di questi luoghi un soggiorno incantevole cui torneremo spesso col pensiero in attesa di ritornarci di persona.
Famiglia E. B. Cairo ed Alessandria d'Egitto

Abbiamo trovato nel Grand Hotel di Ala tutta la cortese famigliarità di una casa per bene, tutto il comfort di una ospitalità signorile e lasciandolo non sappiamo se maggiore il rimpianto di questo clima solare e salutare o della dimora così simpatica: certo il ricordo di compagni di mensa così amabili, di chi guarda l'ordine con tanta distinzione di modi e con così sollecita cura e, finalmente, di chi fu ispirator geniale ed è come nume tutelare di questo delizioso ritrovo rimarrà perenne nell'animo.
Settembre 1912 Onorevole E.Tornielli consorte e figli

Un soggiorno di qualche settimana al Grand Hotel Ala di Stura del signor ing. Migliore è la cura....migliore (nome predestinato!) contro la nevrastenia, il "sur ménage" e le noie del mondo e degli affari. Inoltre è anche la cura più rapida e comoda (due ore da Torino!). Le medicine si prendono a tutte le ore e si chiamano: tranquillità, fresco, buona tavola, igiene, comfort, semplicità signorile, aria vivificante per tutti, e, per chi vuole, buona società, musica e magnifiche passeggiate con stupendi panorami. Tutto ciò garantisce un anno di salute spirituale e corporale, con nuove energie...Finita l'energia, dopo un anno, si deve tornare al Grand Hotel di Ala di Stura e...poi ancora e così...per sempre!
A. M. B. console d'Argentina - Torino - Anno 1912

10 settembre 1912
Siamo degli ultimi a lasciare, a malincuore, questa deliziosa residenza dove la mia famiglia ebbe a rinfrancarsi della malferma salute; mi sento in obbligo di esternare all'Egregio signor Rocchi la mia più viva riconoscenza per le gentili premure dimostrate all'intiera mia famiglia durante la sua permanenza nel grandioso Hotel di Ala di Stura, dallo stesso signor Rocchi tanto degnamente diretto. Alessandro Ferrero

A brutti e schietti versi io dò la Stura,
e, intanto, il mio pensier, battendo l'ala,
rivola al Grand Hotel in Val di Stura,
che occhieggia tra i boschetti presso di Ala
vitto eccellente con dintorni belli,
vi trova il riso ognun...più che a Vercelli
e vi sente la pratica e lo spirito
che furon guida al caro amico Spirito
difficile scoprir Hotel migliore
evviva dunque l'ingegner Migliore!
Ing. Alberto Rocca

Il plauso dei torinesi ed il mio vada all'Egregio Ing. Migliore per aver egli dotato una delle nostre prossime e più deliziose Valli di uno splendido e gradevole soggiorno estivo. Esempio fecondo, opera lodevole che onora l'autore e i suoi collaboratori.
Agosto 1912 sig. Bianchini

Quel sejour charmant et quel climat! 29 juillet 1913

Soddisfatto sotto ogni rapporto tornerò volentieri l'anno venturo non solo ma porterò con me amici e parenti persuaso di portarli a stare veramente bene.
25 VIII 1914 Bruno M.

Partiamo soddisfatti del Grand Hotel entusiasti di Ala di Stura augurandoci di ritornarvi l'anno prossimo venturo.
30 agosto 1914 Giuseppe M.

Sono troppo contento e incantato per poter dire di più. Chi si contenta...gode. 18 agosto 1915

In questo ridente e tranquillo angolo di montagna ci si sente come in una riposante calma che invita al raccoglimento. Il fascino poi esercitato oltrechè dalla bellezza della natura, dalla suggestione dell'ambiente altamente signorile rendono questo soggiorno veramente gradevole. E la fantasia s'inspira..trova efficaci accenti? Chissà... L'armonia dei suoni ha fonti così misteriosi... un grazie al signor Comini della gentile accoglienza ed a ben rivederci ogni qual volta cercherò pace e quiete in estate...
Gustavo Ottolenghi 15 agosto 1915